Trabalho

10 E invero quand’eravamo con voi, vi comandavamo questo: che se alcuno non vuol lavorare, neppure deve mangiare.

11 Perché sentiamo che alcuni si conducono fra voi disordinatamente, non lavorando affatto, ma affaccendandosi in cose vane.

12 A quei tali noi ordiniamo e li esortiamo nel Signor Gesù Cristo che mangino il loro proprio pane, uietamente lavorando.

2 Tessalonicenses 3:10-12

Sia dunque che mangiate, sia che beviate, sia che facciate alcun’altra cosa, fate tutto alla gloria di Dio.

1 Coríntios 10:31

Qualunque cosa facciate, operate di buon animo, come per il Signore e non per gli uomini;

Colossenses 3:23

6 Va’, pigro, alla formica; considera il suo fare, e diventa savio!

7 Essa non ha né capo, né sorvegliante, né padrone;

8 prepara il suo cibo nell’estate, e raduna il suo mangiare durante la raccolta.

9 Fino a quando, o pigro, giacerai? quando ti desterai dal tuo sonno?

10 Dormire un po’, sonnecchiare un po’, incrociare un po’ le mani per riposare

11 e la tua povertà verrà come un ladro, e la tua indigenza, come un uomo armato.

Provérbios 6:6-11

Anche colui ch’è infingardo nel suo lavoro è fratello del dissipatore.

Provérbios 18:9

In ogni fatica v’è profitto, ma il chiacchierare mena all’indigenza.

Provérbios 14:23

E qualunque cosa facciate, in parola o in opera, fate ogni cosa nel nome del Signor Gesù, rendendo grazie a Dio Padre per mezzo di lui.

Colossenses 3:17

In verità, in verità vi dico che chi crede in me farà anch’egli le opere che fo io; e ne farà di maggiori, perché io me ne vo al Padre;

João 14:12

La mano dei diligenti dominerà, ma la pigra sarà tributaria.

Provérbios 12:24

Tutte le cose vostre sian fatte con carità.

1 Coríntios 16:14

Io ho riconosciuto che non v’è nulla di meglio per loro del rallegrarsi e del procurarsi del benessere durante la loro vita,

ma che se uno mangia, beve e gode del benessere in mezzo a tutto il suo lavoro, è un dono di Dio.

Eclesiastes 3:12,13

Fate ogni cosa senza mormorii e senza dispute,

affinché siate irreprensibili e schietti, figliuoli di Dio senza biasimo in mezzo a una generazione storta e perversa, nella quale voi risplendete come luminari nel mondo, tenendo alta la Parola della vita,

Filipenses 2:14,15

Chi lavora con mano pigra impoverisce, ma la mano dei diligenti fa arricchire.

Provérbios 10:4

Quel che fa ricchi è la benedizione dell’Eterno e il tormento che uno si dà non le aggiunge nulla.

Provérbios 10:22

Studiati di presentar te stesso approvato dinanzi a Dio: operaio che non abbia ad esser confuso, che tagli rettamente la parola della verità.

2 Timóteo 2:15

Rimetti le cose tue nell’Eterno, e i tuoi disegni avran buona riuscita.

Provérbios 16:3

E Dio è potente da far abbondare su di voi ogni grazia, affinché, avendo sempre in ogni cosa tutto quel che vi è necessario, abbondiate in ogni opera buona;

2 Coríntios 9:8

Due valgon meglio d’un solo, perché sono ben ricompensati della loro fatica.

Eclesiastes 4:9

Non amare il sonno, che tu non abbia a impoverire; tieni aperti gli occhi, e avrai pane da saziarti.

Provérbios 20:13

E ancora se Dio ha dato a un uomo delle ricchezze e dei tesori, e gli ha dato potere di goderne, di prenderne la sua parte e di gioire della sua fatica, è questo un dono di Dio;

Eclesiastes 5:19

Qualunque cosa facciate, operate di buon animo, come per il Signore e non per gli uomini;

sapendo che dal Signore riceverete per ricompensa l’eredità.

Colossenses 3:23,24

Ogni scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia,

affinché l’uomo di Dio sia compiuto, appieno fornito per ogni opera buona.

2 Timóteo 3:16,17

Ecco quello che ho veduto: buona e bella cosa è per l’uomo mangiare, bere, godere del benessere in mezzo a tutta la fatica ch’ei dura sotto il sole, tutti i giorni di vita che Dio gli ha dati; poiché questa è la sua parte.

Eclesiastes 5:18

un tale è solo, senz’alcuno che gli stia da presso; non ha né figlio né fratello, e nondimeno s’affatica senza fine, e i suoi occhi non si sazian mai di ricchezze. E non riflette: Ma per chi dunque m’affatico e privo l’anima mia d’ogni bene? Anche questa è una vanità e un’ingrata occupazione.

Eclesiastes 4:8

Badate a voi stessi affinché non perdiate il frutto delle opere compiute, ma riceviate piena ricompensa.

2 João 1:8

di fare i fatti vostri e di lavorare con le vostre mani, come v’abbiamo ordinato di fare,

onde camminiate onestamente verso quelli di fuori, e non abbiate bisogno di nessuno.

1 Tessalonicenses 4:11,12

La ricchezza male acquistata va scemando, ma chi accumula a poco a poco l’aumenta.

Provérbios 13:11

E ho visto che ogni fatica e ogni buona riuscita nel lavoro provocano invidia dell’uno contro l’altro. Anche questo è vanità e un correr dietro al vento.

Eclesiastes 4:4

Ma io non fo alcun conto della vita, quasi mi fosse cara, pur di compiere il mio corso e il ministerio che ho ricevuto dal Signor Gesù, che è di testimoniare dell’Evangelo della grazia di Dio.

Atos 20:24

Tutto quello che la tua mano trova da fare, fallo con tutte le tue forze; poiché nel soggiorno de’ morti dove vai, non v’è più né lavoro, né pensiero, né scienza, né sapienza.

Eclesiastes 9:10

servendo con benevolenza, come se serviste il Signore e non gli uomini;

sapendo che ognuno, quand’abbia fatto qualche bene, ne riceverà la retribuzione dal Signore, servo o libero che sia.

Efésios 6:7,8

Perciò, fratelli miei diletti, state saldi, incrollabili, abbondanti sempre nell’opera del Signore, sapendo che la vostra fatica non è vana nel Signore.

1 Coríntios 15:58

La grazia del Signore Iddio nostro sia sopra noi, e rendi stabile l’opera delle nostre mani; sì, l’opera delle nostre mani rendila stabile.

Salmos 90:17

E chi è colui che vi farà del male, se siete zelanti del bene?

1 Pedro 3:13

Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, non mietono, non raccolgono in granai, e il Padre vostro celeste li nutrisce. Non siete voi assai più di loro?

Mateus 6:26

Chi rubava non rubi più, ma s’affatichi piuttosto a lavorare onestamente con le proprie mani, onde abbia di che far parte a colui che ha bisogno.

Efésios 4:28

Resta dunque un riposo di sabato per il popolo di Dio;

poiché chi entra nel riposo di Lui si riposa anch’egli dalle opere proprie, come Dio si riposò dalle sue.

Hebreus 4:9,10