1 Samuel 15

1 Così parla l’Eterno degli eserciti: Io ricordo ciò che Amalek fece ad Israele quando gli s’oppose nel viaggio mentre saliva dall’Egitto.

2 Saul dunque convocò il popolo e ne fece la rassegna in Telaim: erano duecentomila fanti e diecimila uomini di Giuda.

3 Saul giunse alla città di Amalek, pose un’imboscata nella valle,

4 E Saul sconfisse gli Amalekiti da Havila fino a Shur, che sta dirimpetto all’Egitto.

5 E prese vivo Agag, re degli Amalekiti, e votò allo sterminio tutto il popolo, passandolo a fil di spada.

6 Ma Saul e il popolo risparmiarono Agag e il meglio delle pecore, de’ buoi, gli animali della seconda figliatura, gli agnelli e tutto quel che v’era di buono; non vollero votarli allo sterminio, ma votarono allo sterminio tutto ciò che non avea valore ed era meschino.

7 Allora la parola dell’Eterno fu rivolta a Samuele, dicendo:

8 L’Eterno t’avea dato una missione, dicendo: Va’, vota allo sterminio que’ peccatori d’Amalekiti, e fa’ loro guerra finché siano sterminati.

9 E come Samuele si voltava per andarsene, Saul lo prese per il lembo del mantello che si strappò.

10 Samuele dunque ritornò, seguendo Saul, e Saul si prostrò davanti all’Eterno.

11 Poi Samuele se ne andò a Rama, e Saul salì a casa sua, a Ghibea di Saul.

12 E Samuele, finché visse, non andò più a vedere Saul, perché Samuele faceva cordoglio per Saul; e l’Eterno si pentiva d’aver fatto Saul re d’Israele.

Capítulos

Bíblias