Êxodo 24

1 Poi Mosè scrisse tutte le parole dell’Eterno; e, levatosi di buon’ora la mattina, eresse appiè del monte un altare e dodici pietre per le dodici tribù d’Israele.

2 E mandò dei giovani tra i figliuoli d’Israele a offrire olocausti e a immolare giovenchi come sacrifizi di azioni di grazie all’Eterno.

3 E Mosè prese la metà del sangue e lo mise in bacini; e l’altra metà la sparse sull’altare.

4 Poi Mosè ed Aaronne, Nadab e Abihu e settanta degli anziani d’Israele salirono,

5 e videro l’Iddio d’Israele. Sotto i suoi piedi c’era come un pavimento lavorato in trasparente zaffiro, e simile, per limpidezza, al cielo stesso.

6 Ed egli non mise la mano addosso a quegli eletti tra i figliuoli d’Israele; ma essi videro Iddio, e mangiarono e bevvero.

7 Mosè dunque si levò con Giosuè suo ministro; e Mosè salì sul monte di Dio.

8 Mosè dunque salì sul monte, e la nuvola ricoperse il monte.

9 E la gloria dell’Eterno rimase sui monte Sinai e la nuvola lo coperse per sei giorni; e il settimo giorno l’Eterno chiamò Mosè di mezzo alla nuvola.

10 E l’aspetto della gloria dell’Eterno era agli occhi de’ figliuoli d’Israele come un fuoco divorante sulla cima del monte.

11 E Mosè entrò in mezzo alla nuvola e salì sul monte; e Mosè rimase sul monto quaranta giorni e quaranta notti.

Publicidade

Capítulos

Bíblias

Publicidade